Padmapāni è uno dei più comuni epiteti di Avalokiteshvara, il Bodhisattva dall'Infinita Compassione. La divinità è eretta in posizione tribhanga o della triplice posa su di un loto. La posizione della mano destra è nel gesto della carità e della compassione, o varada mudra; la sinistra regge il fiore di loto, padma, il suo simbolo distintivo. Il volto è soave e sorridente, il corpo articolato, ben modellato e sontuosamente ornato di gioielli. Il Bodhisattva è fiancheggiato da figure antropomorfe e zoomorfe. Un'aureola di luce gli circonda la testa e lo separa da un fondo scolpito di tralci vegetali.

www.ethnologica.com